SPRING - Sustainable Processes and Resources for Innovation and National Growth Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde

Territorio laboratorio dello sviluppo sostenibile Economia circolare
  • Italia

Il Cluster della Chimica Verde SPRING nasce nel 2014, è un’Associazione riconosciuta e ha l’obiettivo di aggregare soggetti innovativi lungo tutta la filiera della chimica da fonti rinnovabili, per contribuire a consolidare un modello italiano di bioeconomia volto alla riduzione delle emissioni di CO2 e all’uso efficiente delle risorse.

SPRING incoraggia lo sviluppo delle bioindustrie in Italia attraverso un approccio olistico all’innovazione, volto a contribuire alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica della chimica italiana. Stimola la ricerca e gli investimenti in nuove tecnologie nel settore della Bioeconomia, in costante dialogo con gli attori del territorio, favorendo azioni di ricerca, dimostrative, di trasferimento tecnologico, di divulgazione e di formazione.

Il Cluster ha raggiunto il numero di oltre 100 Associati, con un’ampia rappresentanza in tutte le diverse categorie dei soci (ricerca pubblica, industria, organismi dediti al trasferimento tecnologico e alla disseminazione, entità territoriali, associazioni) e distribuiti su tutto il territorio nazionale (il 57% dei soci ha sede nel nord Italia, il 27% nel centro e il 16% nel sud e isole).

I soci industriali del Cluster (dagli spin-off, alle PMI, ai grandi player industriali nel settore della bioeconomia) rappresentano il 33% degli aderenti, con un’ampia rappresentanza (40%) della ricerca pubblica e di altre tipologie di enti tra Fondazioni, Associazioni, Poli di Innovazione, etc. (27%).

Il Cluster si propone di:

• Favorire un accesso privilegiato a finanziamenti, pubblici e privati, per R&S, formazione e nuovi investimenti nel settore della Bioeconomia a livello europeo, nazionale e regionale;

• Partecipare a tavoli di lavoro a livello europeo, nazionale e regionale, volti alla discussione e condivisione di strategie, buone prassi, policy, priorità di ricerca nel settore della Bioeconomia;

• Favorire l’aggregazione e le collaborazioni tra soggetti di ricerca pubblici e privati nel settore della Bioeconomia;

• Favorire la creazione di partenariati transregionali, attraverso il lavoro sinergico messo in campo dal Tavolo di Lavoro Permanente instituito tra Regioni Sostenitrici e Cluster SPRING;

• “Fare cultura” sulla Bioeconomia come nuovo modello di sviluppo che guarda alla rigenerazione dei territori, comunicando il valore e i risultati del tessuto produttivo e di ricerca italiano e promuovendo percorsi formativi multidisciplinari a tutti i livelli (destinati a soggetti industriali, istituzionali, della pubblica amministrazione);

• Sviluppare progetti di cooperazione e sviluppo e formazione con i paesi del Mediterraneo, incentrati sulla Bioeconomia

Al Cluster hanno aderito inoltre molte Regioni italiane (Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto e la Provincia Autonoma di Trento) con cui SPRING dialoga costantemente, attraverso un Tavolo Permanente di Lavoro, per definire una strategia comune che sia allo stesso tempo nazionale e di ampio respiro e radicata nei territori. Lo stretto rapporto stabilito con le Regioni ha consentito al Cluster di definire una strategia fortemente orientata alla valorizzazione delle aree locali e che è stata declinata in una Roadmap strategica, delineando una posizione unitaria e condivisa di SPRING sulle linee di sviluppo della chimica da fonti rinnovabili in Italia.

Il Cluster SPRING è stato identificato come uno degli interlocutori decisivi per la stesura della Strategia Italiana sulla Bioeconomia, e chiamato dal MIUR a partecipare fin da subito alla redazione del documento. La strategia, lanciata ufficialmente nell’aprile 2017, rappresenta per l’Italia un’opportunità fondamentale per rafforzare la propria competitività e il proprio ruolo nel promuovere la crescita sostenibile in Europa, con un’attenzione particolare al bacino del Mediterraneo.

SPRING si propone come interlocutore di riferimento per le istituzioni e gli stakeholder europei attivi nel comparto, attraverso la presenza attiva in iniziative e attività internazionali. Partecipa al Tavolo di lavoro sulla Bioeconomia coordinato dal MiSE, al Gruppo di Lavoro sulla Bioeconomia in collaborazione il Cluster CLAN, Assobiotec e Federchimica, ai lavori del Biobased Industries Consortium BIC e dell’Expert Group of Biobased Products della Commissione Europea; aderisce all’European Cluster Network e ad altre iniziative per potenziare le relazioni tra i Cluster e gli attori internazionali della Bioeconomia ed è coinvolto come partner in progetti internazionali di ricerca, quali Horizon2020 GRACE – Growing Advanced industrial Crops on marginal lands for biorefineries (2017-2022) e POWER4BIO - emPOWERing regional stakeholders for realizing the full potential of European BIOeconomy (2018 - 2021).