Fondimpresa

Dopo i saluti e l’introduzione di Elvio Mauri, Direttore di Fondimpresa, interverrà Franco Amicucci, sociologo e formatore. La sua prolusione muoverà dalla necessità di investire in formazione per accompagnare i lavoratori e le aziende nell’“l’era della digitalizzazione”. La rivoluzione di Industria 4.0 infatti offre sia rischi nella prevedibile sostituzione uomo/macchina e uomo/software, sia opportunità di creazione di nuovi posti di lavoro, ad alto valore, creativi, difficilmente sostituibili con processi di automazione.

A seguire, tre grandi aziende italiane aderenti a Fondimpresa, TIM, FCA e Humanitas esporranno le loro esperienze in tema di formazione delle Risorse Umane, attraverso le nuove tecnologie e modalità formative a distanza.

A Raffaele Saccà, Direttore Conto Formazione e Articolazioni Territoriali Fondimpresa spetterà il compito di illustrare il contributo di Fondimpresa per il sostegno alla formazione continua dei lavoratori e delle imprese italiane, attraverso strumenti di finanziamento e soluzioni gestionali che abbiano le necessarie caratteristiche di flessibilità, velocità, capacità di accoglimento della pianificazione e delle metodologie formative soprattutto basate su tecnologie digitali compatibili con le esigenze delle aziende aderenti.

Il confronto tra  Salvatore Pirrone, Direttore Generale Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e Giulia Ajmone Marsan, Innovation Economist, SME and Entrepreneurship Division OCSE farà emergere il contributo (e l’impegno) dei policy makers per una nuova regolamentazione del finanziamento della formazione digitale, al fine di adeguare sempre più la leva pubblica della formazione finanziata alle esigenze attuali del mercato.

Spetterà a Bruno Scuotto, Presidente di Fondimpresa, la sintesi dei lavori e l’indicazione del percorso di sviluppo della proposta di Fondimpresa per il sostegno alla formazione digitale, a chiusura dell’Evento.