UMANA SPA

La gestione delle risorse umane, la possibilità di avvalersi delle giuste competenze, mantenendo gli indispensabili spazi di flessibilità, si deve oggi confrontare con le nuove regole della legge 96/18, il c.d. Decreto Dignità.

Abbiamo buoni motivi per credere che la fine di marzo, tradizionale scadenza di contratti a termine o in somministrazione, rappresenti un banco di prova importante al quale arrivare con la giusta preparazione.

Perché nei mesi di grande incertezza politica e dei mercati che verranno, la flessibilità nel lavoro non solo non potrà essere eliminata, ma anzi è e resterà per le aziende un fattore decisivo e irreversibile a cui fare ricorso.

Ma tutto ciò solo se le aziende potranno contare su informazioni corrette e coerenti e su soluzioni professionali costruite sui singoli scenari.