I Driver

La persona al centro del progresso

Laboratori

L’aumento della domanda di servizi di cura alla persona e di servizi sanitari da parte delle persone più anziane, soprattutto negli ultimi anni, oltre ad una cura “personalizzata” del servizio, sta stimolando innovative applicazioni dell’ICT, e della stessa “intelligenza artificiale”, ossia di quelle che sono le traiettorie tecnologiche che, nella fase attuale, stanno aprendo nuovi mercati ad elevato valore aggiunto nell’economia mondiale. L’utilizzo delle tecnologie ICT, inoltre, fornisce un efficace contributo alla razionalizzazione della spesa sanitaria attraverso un maggior utilizzo dei dati. La sanità infatti rappresenta il comparto della PA che dispone del maggior numero di dati che, se opportunamente gestiti ed analizzati, sarebbero in grado di fornire un cruscotto per una governance ottimale del sistema soprattutto in un’ottica di corretta programmazione. Nell’ambito del Laboratorio saranno attivati i partenariati per la definizione di progetti congiunti di R&I sulla value chain strategica Smart health individuata dalla Commissione europea da attivare a livello nazionale ed europeo, anche in riferimento ai Grandi Progetti di Comune Interesse Europeo (IPCEI).

Le tecnologie digitali per la Sanità Big Data e Intelligenza artificiale per la medicina del futuro Smart health (value chain IPCEI)

Il laboratorio si concentra sulla questione del mismatch tra domanda delle imprese e offerta formativa, con particolare attenzione alla carenza di competenze tecniche e digitali che sono sempre più difficili da reperire tra i più giovani. Obiettivo è condividere soluzioni e buoni modelli da diffondere nel Paese per migliorare l’occupabilità complessiva del sistema educativo italiano, a partire dalle partnership tra imprese, scuole, centri di formazione professionale, ITS e Università e strumenti come l’alternanza scuola-lavoro, l’apprendistato, il dottorato industriale. Il laboratorio sarà anche l’occasione per riflettere su come innovare la didattica attraverso una maggiore partecipazione delle imprese e all’adozione di tecnologie digitali nella scuole.

Mismatch di competenze Scuole, Centri di Formazione Professionale, ITS, Università Orientamento, alternanza scuola-lavoro, apprendistato duale Modelli e Tecnologie per la didattica

Il laboratorio si focalizza sull’industria del benessere, favorita dall’attenzione crescente sul tema, che comprende il settore termale, quello del fitness e la produzione di beni e servizi per la cura e la bellezza del corpo, inclusa naturalmente l’industria farmaceutica, tutti elementi qualificanti della “filiera della salute”. Acquisisce inoltre un ruolo centrale anche il binomio benessere– turismo. Si dialogherà inoltre sull’impegno delle imprese per assicurare il benessere dei propri lavoratori, adottando importanti piani di welfare aziendale. Obiettivo del laboratorio è valorizzare lo sforzo profuso dalle imprese per assicurare il benessere dei propri lavoratori. Anche grazie alle misure di sostegno fiscale, infatti, le imprese hanno adottato importanti piani di welfare aziendale avvalendosi delle piattaforme digitali.

Il welfare aziendale e le piattaforme digitali Reti di impresa per il welfare

Il laboratorio ha l’obiettivo di approfondire il tema della formazione continua, con particolare attenzione alla formazione digitale, al conto formazione digitale e alle nuove modalità di erogazione della formazione nelle aziende. Sarà poi l’occasione per approfondire il ruolo delle agenzie per il lavoro ed il tema della somministrazione quale strumento di flessibilità in grado di assicurare l’acquisizione di competenze specifiche che mancano alle imprese. A completare il quadro, un focus sul ruolo della formazione per l’aggiornamento delle competenze manageriali al fine di garantire la diffusione di strumenti 4.0 nella classe dirigente delle aziende.

Fondi interprofessionali e formazione continua Agenzie per il lavoro e somministrazione Conto formazione digitale Competenze manageriali